Verso Frosinone-Juve: assente DC11, probabile turnover

1
1199
views

Alla vigilia di Frosinone-Juve ha parlato mister Allegri delineando il momento della squadra dopo Valencia e anticipando le possibili scelte di formazione

L’uno assente in campionato, l’altro in Champions League: la Juventus dovrà affrontare le assenze di Douglas Costa in Campionato e di Cristiano Ronaldo in Champions League. Due perdite che pesano moltissimo sulle scelte di mister Allegri? Ma anche no.

Nonostante il gongolare perpetuo e incessante dei tifosi, per così dire, “rivali” Max Allegri non avrà alcuna difficoltà a sostituire i due. Il reparto offensivo c’è, è vario e ben fornito, le scelte e le strategie sono particolarmente varie e il mister avrà solo l’imbarazzo della scelta: tra Dybala, Mandzukic, Cuadrado e Bernardeschi la qualità della fase offensiva non è a rischio, nemmeno lontanamente.

Serie A, prossimo impegno Frosinone

I ciociari del Frosinone ci riservano sempre qualche sorpresa e la vittoria non è mai scontata, o magari sì ma dobbiamo sudarcela di brutto.Per cui mai abbassare la guardia, mai dare qualcosa per scontato. Come al solito ci pensa il mister a delineare in sintesi e con estrema chiarezza il momento che la sua Juventus si trova ad affrontare. “E’ un momento importante del campionato. Abbiamo messo da parte la prima di Champions, che era la partita più insidiosa, ma c’è troppo entusiasmo. Abbiamo fatto una bella partita ma dev’essere la normalità della Juventus e dobbiamo metterla da parte”, ha detto nella conferenza stampa di quest’oggi.

Sì, perché non si tratta solo del Frosinone: il mini tour de force prevede Bologna, Napoli e Young Boys a distanza ravvicinata e il mister dovrà anche far riposare qualcuno e gestire le energie, fisiche e mentali, per affrontare tutti gli avversari al massimo e ottenendo – ovviamente – il massimo risultato.

Frosinone-Juve, il turnover

“Sicuramente riposerà qualcuno. Partirà Szczesny mentre Perin gioca mercoledì in casa con il Bologna. Domani Dybala sarà in campo perché è un giocatore importante con gol nelle gambe e va sfruttato al meglio. Potrebbe giocare in diversi ruoli dell’attacco. Devo ancora scegliere se giocare a 3 dietro e in base a quello deciderò se Alex Sandro puo’ riposare. Devo anche capire come sta Bernardeschi.”, spiega il mister in conferenza stampa.

“Pjanic sta bene. L’ho tolto a Valencia perché mi serviva un giocatore che portasse la palla dall’altra parte del campo da solo, Douglas Costa, e tenere in campo uno più di filtro come Matuidi. Blaise e Mario hanno speso tanto mentalmente, dopo essere tornati dal Mondiale. Quindi vanno gestiti affinché possano recuperare le energie nervose perché sono giocatori che ti fanno fare la differenza”, conclude.

 

1 COMMENT

  1. Alla chiusura della finestra di calciomercato, avevo detto che 5 centrocampisti (Khedira, Can, Pjanic, Bentancur, Matuidi) per un centrocampo a 3, considerati i numerosi impegni stagionali, erano pochi e che era un errore fare un”operazione in entrata (Can) a fronte di due cessioni (Sturaro e Marchisio). Ora Khedira resterà fuori qualche settimana e si giocherà ogni 3 giorni potendo contare solo su 4 uomini: si spera che nessuno prenda un raffreddore o si metta a fare il lama… Come già detto, evidentemente Allegri pensa di utilizzare spesso il 4-2-3-1 in campionato, oppure è convinto davvero di poter schierare Bernardeschi come interno di centrocampo. Davanti invece c”è abbondanza: in CL, senza Ronaldo e Douglas Costa, possiamo ancora schierare Dybala-Mandzukic-Bernardeschi e avere pure Cuadrado in panchina. Di questi quattro, oggi come oggi, l”unico che farei giocare sempre è Bernardeschi. Dybala dovrà darsi una svegliata se vuole recuperare terreno nelle gerarchie di Allegri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here