Juventus-Milan 4-0: poker d’assi e la Coppa Italia è in bacheca

0
590
views

Juventus-Milan finisce 4-0: i bianconeri scrivono la storia portandosi a casa la tredicesima Coppa Italia della loro storia, la quarta consecutiva

La stagione volge ormai al termine con i bianconeri che si portano a casa la quarta Coppa Italia consecutiva, la tredicesima della loro storia, preludio al settimo scudetto consecutivo che, molto probabilmente, si porterà a casa “ufficialmente” domenica prossima. Juventus-Milan finisce 4-0 con i rivali storici che hanno potuto fare davvero poco contro la qualità e la determinazione degli uomini di Massimiliano Allegri.

Ed è proprio Massimiliano Allegri tra gli artefici dell’ennesima vittoria della sua squadra. Se siano intuizioni o soltanto fortuna nessuno può dirlo ma le diverse interpretazioni dei ruoli dei suoi giocatori lo collocano di certo nell’Olimpo dei migliori tattici del mondo. M

Il tecnico bianconero parte con un 4-3-2-1 che vede il rientro di Benatia al centro della difesa e Douglas Costa e Paulo Dybala che partono da interni a sostegno di Mario Mandzukic, preferito a Gonzalo Higuain. La partita è vivace, la Juventus comanda il gioco ma, a parte un colpo di testa del croato, è il Milan ad impensierire con le ripartenze. La trequarti bianconera è in confusione, Dybala non sa come posizionarsi, si accentra e si allarga, un po’ come fa Douglas Costa dall’altra parte, ma non sembra trovarsi a proprio agio e sbaglia parecchi appoggi. Cuadrado spende tantissimo e insieme a Benatia (protagonista di svariate chiusure da incorniciare) è il migliore della prima frazione di gioco.

Il secondo tempo è più entusiasmante. I bianconeri si presentano in campo con piglio deciso, i fraseggi sono limpidi e le azioni offensive lasciano il segno. La gara si sblocca al 56′ con Medhi Benatia che, su calcio d’angolo, si stacca dalla marcatura da vero attaccante e insacca. Al 61′ il solito Douglas Costa mette la sua firma sulla gara mentre, poco dopo, arriva la doppietta del marocchino (complice Donnarumma). A questo punto la gara è ormai direzionata e conta poco l’autogol di Kalinic che segna la fine dei giochi per i suoi.

Durante la gara c’è spazio anche per Marchisio, Bernardeschi e Higuain che rilevano rispettivamente Pjanic, Douglas Costa e Dybala. E sarà proprio il Principino, a fine gara, ad alzare la Coppa. Gentile concessione di capitan Gigi Buffon che, ai microfoni di JTV, ha spiegato come ha ritenuto giusto coinvolgere tre dei principali artefici di questi 7 anni di vittorie incredibili: Marchisio, Lichtsteiner e Barzagli.

Un altro pezzo di storia è stato scritto. Adesso si pensa alla prossima partita, sempre all’Olimpico contro la Roma: manca soltanto un punto per festeggiare il settimo scudetto consecutivo, il trentaseiesimo della storia bianconera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here