Top & Flop di Sporting Lisbona-Juventus

0
881
views
Foto: @juventusfc

Il primo tempo è flop, il secondo (quasi) top, ma è una gara che regala molto poco. Ecco i Top & Flop di Sporting Lisbona-Juventus

Una Juventus bipolare, cangiante, che non trova una linea da seguire in Campionato e tanto meno in Champions League. In casa dello Sporting tutto è andato come non doveva andare, una prestazione che ha lasciato a desiderare in ogni reparto. Qualche prestazione da sottolineare e si fa in fretta vista la pochezza mostrata dalla maggior parte degli uomini schierati da Massimiliano Allegri, anche lui, non meno esente da colpe.

Ecco i Top & FLOP di Sporting Lisbona-Juventus

TOP: Barzagli, De Sciglio, Cuadrado, Douglas Costa, Higuain. Troppi nomi? Forse, ma è bello sottolineare certe prestazioni alla luce di parecchie altre figuracce. Il difensore centrale azzurro ha regalato un minimo di ordine nel caos e ha reindirizzato una squadra diretta al precipizio. De Sciglio è in netta ripresa ed è la seconda buona uscita in Champions League. Il piede è delizioso, come sempre, il fisico anche e finalmente si inizia a vedere qualche diagonale. Manca ancora la velocità, ma per un recuperato a metà va già bene così. Cuadrado e Douglas Costa: il primo ok solo nella ripresa, il colombiano fa bene o fa male, ma perlomeno fa qualcosa ed è suo l’assist per il gol del pareggio; il brasiliano ce lo aspettavamo tutti titolare e, come suole spesso fare, cambia il ritmo della gara. Infine Higuain. Qualcuno parla di rinascita, io vedo soltanto la prosecuzione di un percorso importante per un bomber di razza pura che si sacrifica spesso e volentieri per la squadra.

FLOP: Alex Sandro, Khedira, Dybala, Mandzukic, Allegri. Alex Sandro non fa rimpiangere Lichtsteiner: irriconoscibile e incredibilmente trasformato da quanto ammirato durante la scorsa stagione. Ci auguriamo tutti sia solo un falso allarme. Il tedesco è invece lontano anni luce dalla tripletta di Udine: prova ad inserirsi ma niente da fare, prova a gestire il centrocampo, ci riesce poco e male e con lui il suo compagno di reparto Pjanic. Voto basso anche per Dybala e Mandzukic: quella che sembrava la coppia perfetta si sfalda e si perde. L’argentino guizza, di tanto in tanto, ma non riesce a fare nulla di buono, viene isolato e ben pressato dagli avversari, a tratti fin troppo aggressivi. Il croato non è in giornata, mette il fisico come sempre, corre e recupera, ma questo non basta per incidere in una partita controllata bene dai padroni di casa. Voto negativo anche per l’allenatore: Allegri ha paura, vuole andare sul sicuro, lascia in panchina delle frecce importanti. Si salva leggermente azzeccando i cambi che rischiano di ribaltare la gara. Ma sarebbe anche meglio partire al top sin dall’inizio.

L’1-1 tra Sporting e Juventus serve a poco se non a mettere un po’ di strizza, che magari sarà utile in futuro (un futuro prossimo, possibilmente). Per quanto riguarda la gara avremmo voluto vedere 11 Ristovski: 90′ di applausi ai portoghesi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here